Il mistero del tempo e il recinto di fuoco – Maria S.S. Madre di Dio

Il mistero del tempo e il recinto di fuoco – Maria S.S. Madre di Dio

Il tempo è la nostra vita. Esso è fatto di piccoli istanti che si susseguono tra loro in maniera irreversibile e che sono tra loro unici e irripetibili. Ogni istante va colto nella sua sublime bellezza e ricolmato di sapienza.

Non possiamo sciupare le nostre giornate rincorrendo vanità e coltivando illusioni. Se lo facessimo, agiremmo da gente stolta che si fa del male e fa del male agli altri. Dobbiamo tutti, con ogni cura, rendere ogni istante un’occasione privilegiata per la nostra santificazione e per la salvezza delle anime.  

Ma chi ci può aiutare a fare tutto ciò? La risposta è semplice: la Vergine Maria. Ella è la Donna dalle mille virtù che conosce i segreti della sapienza, perché della Sapienza Ella è Madre. Con il suo aiuto si apriranno i nostri occhi e vedremo oltre le apparenze che possono confondere mente e cuore.

Invocare con fiducia la Vergine Maria è “scaltrezza spirituale” che ci è chiesta perché sempre la luce trionfi sulle tenebre e il nuovo anno che inizia sia un anno luminoso, per noi e per il mondo intero. Dobbiamo credere che noi cristiani, e non altri, dobbiamo portare la luce di Cristo nel mondo perché noi siamo “la luce del mondo e il sale della terra” (cf. Mt 5,13-16).

Il tempo, e dunque la vita, è dono di Dio e come tale va accolto e custodito con il cuore della Vergine Maria, nostra Madre e Regina.

Tale dono sublime e d’inestimabile valore lo si accoglie nel suo mistero che non è sotto il governo della nostra mente. Non ci è dato di comprendere tutto della nostra vita. Ci è chiesto però di amare la vita e di viverla con semplicità, senza farci troppe domande. Maria e Giuseppe ce lo insegnano. Nel Vangelo di oggi, essi non comprendono ogni cosa di quanto accade attorno a loro, almeno non lo comprendono all’istante. Ma non per questo entrano in crisi e lasciano spazio a pensieri stolti. Loro hanno una certezza nel cuore, che deve essere la nostra: la loro vita e la vita del Bambino è un mistero che ha le sue ragioni nella sapienza eterna del Padre. Comprendere tutto non è necessario. Ciò che conta è amare la vita e affidare a Dio ogni cosa, a Lui che deve essere Signore di ogni istante che ci è dato da vivere.

La vita è mistero che va anche custodito. E ciò avviene in un solo modo: vivendola nella perfetta obbedienza alla volontà di Dio. La volontà di Dio è per noi come un recinto, un muro di fuoco, una tenda di luce. Usciamo da questo recinto, non siamo più sotto la custodia dell’Onnipotente, che è poi la sua benedizione. I lupi rapaci, che sono tanti, ci divorano e siamo perduti.

La nostra saggezza è dunque questa: rimanere saldi nella volontà di Dio. Così come ha fatto del resto la Vergine Maria che è posta dinanzi ai nostri occhi come esempio da imitare all’inizio di un nuovo anno. Satana mai ha potuto torcere un solo capello alla Vergine Maria, nonostante abbia fatto di tutto per distruggerla e divorare il Bambino che Ella ha partorito: Gesù Signore. Ma perché Satana nulla ha potuto contro di Lei? Perché Ella non è mai caduta dalla fede, non è mai uscita dalla volontà di Dio, non è mai uscita dal recinto di fuoco che il Signore ha messo attorno a Lei. Il Signore l’ha custodita per questo motivo. La forza della Vergine Maria è la sua sapienza, e la sua sapienza è la sua obbedienza, la sua perseveranza, il suo rimanere nella volontà di Dio, nel recinto, entro i confini del muro di fuoco, sotto la tenda di luce. Questo significa custodire la propria vita. Non ci sono altre vie. Se cadiamo dalla fede, siamo tutti pecorelle che vengono trucidate dai lupi e rubate dai ladri.

Che questo nuovo anno inizi sotto il segno della fede. Il Signore ci vuole avvolgere di luce. Ha già preparato un recinto di fuoco e una tenda di luce per proteggerci. Ma dobbiamo noi scegliere di rimanerci dentro, rispettando le regole della fede che la Chiesa ci insegna quale nostra Maestra nello Spirito Santo.

La Vergine Maria, di cui celebriamo la divina maternità ogni primo dell’anno, ci assista e ci guidi nel 2018 affinché sia questo per noi un anno di crescita in sapienza e grazia al cospetto di Dio e degli uomini.

Clicca sul seguente link per la Liturgia della Divina maternità di Maria Santissima (B)

error: Content is protected !!